Sono tornato


Alla fine, nonostante tutto, anche ‘sta volta sono tornato. Il blog riprenderà piano piano; ho ancora la testa piena di sole, mare e vento. L’unica cosa che mi sento di dire, non appena rimesso piede sull’italico suolo e letto un articolo come questo, è che la mia esperienza di questa estate conferma che il problema principale… Read More Sono tornato

Racconti diVersi – Kalašnjikov


Mercoledì scorso, forzati dalla cronaca, ci siamo fatti guidare da “Carlo Martello” di De Andrè: esercizio assai complicato, almeno quanto quello della settimana precedente basato su di un testo di Mogol-Battisti. Solo in tre abbiamo tentato e Ivano, con una esecuzione notevole, ha sbaragliato ogni concorrenza. Onore a lui, ancora una volta! Stiamo per andare… Read More Racconti diVersi – Kalašnjikov

Storia in sei parole #43 – Parole intraducibili: Feierabend (tedesco)


Dicono che il primo sia stato Hemingway, per vincere una scommessa: «For sale: baby shoes, never worn» (Vendesi: scarpe per neonato, mai indossate). Di sicuro sei parole sono sufficienti a dipingere una storia. Persino un romanzo. Ma sono poche, dannatamente poche, e non è facile per nulla. Ormai l’estate ha preso possesso della rete e… Read More Storia in sei parole #43 – Parole intraducibili: Feierabend (tedesco)

Racconti diVersi: Carlo Martello ritorna dalla battaglia di Poitiers – la votazione


  Abbiamo tenuto per questi primi caldi brani sempre più difficili: dopo Mogol-Battisti ci siamo confrontati con Villaggio-De Andrè e un brano che è una chicca. Gli esercizi sono solo tre; oltre alla difficoltà, estate e vacanza la fanno ormai da padroni. Vi ricordo che ognuno è libero di votare come crede, però mi sento… Read More Racconti diVersi: Carlo Martello ritorna dalla battaglia di Poitiers – la votazione