Battute da defollow


photo credit: luke.baldacchino via photopin cc
photo credit: luke.baldacchino via photopin cc

Malcolm Cowley: The Four Stages of Writing

http://www.brainpickings.org/index.php/2013/04/05/malcolm-cowley-four-stages-of-writing-paris-review/

“The germ of a story is a new and simple element introduced into an existing situation or mood.”

***

Scruto i tuoi occhi. Impossibile, anche per uno come me, non cogliervi il lampo della malizia; ci conosciamo da tanti anni e non è mai successo nulla, tra di noi. Eppure ci siamo sempre girati attorno, appena troppo gentili per essere semplici amici, ma mai abbastanza espliciti per essere qualcosa di più.

Forse sono solo io: ho immaginato per anni come avremmo potuto rompere il ghiaccio, ma soprattutto cosa avrebbe potuto succedere nell’istante immediatamente successivo; ho anelato il momento in cui, aperta la diga, le acque dei desideri e dei sospiri, troppo a lungo represse, si sarebbero riversate su di noi come una cataratta irresistibile. Ti ho immaginata tra le mie braccia; ho immaginato il tuo profumo, saggiato sempre troppo di fretta mimando contatti casuali ed improbabili.

Il sesso è come il gioco delle carte. A volte bari un po’ per costringere l’altro a scoprirsi. Oppure cali un asso, certo della tua forza, mentre il dubbio di avere sbagliato a contare ti attanaglia lo stomaco nell’attesa del responso del tavolo. Fai scendere una carta, guardingo, e aspetti una risposta in un delicato scambio di colpi nel quale la vittoria può essere di entrambi o di nessuno.

Ecco perché oggi è il giorno giusto: mi guardi così, con quegli occhi, e mi fai sentire come se in mano avessi un poker servito. Non mi hai detto nulla di diverso dal solito, ma il tuo sorriso mi sembra un invito al quale non sia possibile opporre resistenza alcuna. Sei diversa, stasera; tutto è diverso in te: si vede con chiarezza il tempo che hai impiegato a truccarti e la fatica di trovare l’abito e l’accessorio giusti. Il rossetto ha il giusto tono di rosso, stuzzicante e seducente. Ti immagino nuda, davanti allo specchio, mentre ammassi sul letto vestiti su vestiti senza trovare quello che ti soddisfi; infastidita, butti anche l’ultimo e ti guardi così come sei: fai la faccia insoddisfatta, poi ti volti e cerchi di scrutarti da dietro le spalle. Sei sempre stata troppo critica con te stessa ma sei bellissima, e alla fine non puoi negare con te stessa l’evidenza e ti concedi un sorriso di soddisfazione.

Il sesso è come il gioco delle carte. Hai indossato proprio quel vestito per il quale ti ho fatto i complimenti il mese scorso, ma non avevi bisogno di portarti un jolly, con me. Ti basta stare al gioco e seguire i miei suggerimenti: adesso so che non è più ora di aspettare, di tergiversare. L’ora dei tentennamenti è finita, tu mi hai lanciato un segnale che non ho intenzione di lasciarmi sfuggire.

— Come sei bella, Anna, stasera. Perché dopo non fai un salto da me, dopo, a bere qualcosa?
— Grazie, sei davvero gentile, ma devo uscire con Mario… Sai, è il nostro primo appuntamento!

Il tuo volto splendente rivela il carico delle aspettative per la serata, mentre i miei desideri si frantumano in silenzio, nascosti dal paravento di un sorriso di circostanza.

Il sesso è come il gioco delle carte. Se non hai un buon partner, devi sperare almeno in una buona mano…

***

Vedi tutti i Consigli di scrittura di grandi autori

Annunci

2 pensieri riguardo “Battute da defollow

Lasciare un commento è sempre una buona idea!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...