Thriller n. 38: la votazione


photo credit: i voted via photopin (license)
photo credit: i voted via photopin (license)

Abbiamo giocato a fare i poeti ma, invece di usare le parole, abbiamo usato gli a capo, le virgole, i punti. Ognuno ha seguito il ritmo dettato dal proprio cuore, in quel testo fisso che è il thriller paratattico, e ha provato a renderne gli altri partecipi.

Questo è il risultato finale; come sempre, in ordine di apparizione. Ora tocca a voi giudicare. Voi che partecipate, ma soprattutto voi che leggete. Buona domenica e buona lettura.

#

Michele

Una giovane donna si trova
sperduta,
nel quartiere parigino di Montmartre.
Intorno a lei una scura
coltre di buio;
la giovane
cammina
fra i vicoli
costeggiando
un lungo muro.
Ha paura. Entra
– finalmente! –
in una casa
sale
le scale
comincia a intravedere.
Una luce.
Si trova nel mezzo di un bar
frequentato da uomini ubriachi
gli uomini si avventano su di lei
la vogliono rapinare
forse abusarne.
La donna
urla
di terrore.
I maniaci
la legano,
la buttano,
in un fiume.
Aspettano sulla riva
di vederla
divorata dai topi;
la donna sprofonda
nell’acqua.
Comincia a dondolare,
si sente soffocare.
Una mano
la scuote
si sveglia
– finalmente! –
la voce amica
del dentista.
Tutto fatto
signora
mezza corona
prego.

Marina

Una giovane donna
si trova sperduta nel quartiere parigino
di Montmartre.
Intorno a lei,
una scura coltre di buio.
La giovane cammina
fra i vicoli,
costeggiando un lungo muro.
Ha paura,
entra finalmente in una casa,
sale le scale,
comincia a intravedere
una luce.
Si trova nel mezzo di un bar
frequentato da uomini
ubriachi.
Gli uomini
si avventano su di lei,
la vogliono rapinare,
forse
abusarne.
La donna urla di terrore.
I maniaci la legano,
la buttano in un fiume,
aspettano
sulla riva
di vederla divorata dai topi.
La donna sprofonda
nell’acqua.
Comincia a dondolare,
si sente soffocare.
Una mano la scuote,
si sveglia,
finalmente.
La voce amica del dentista:
tutto fatto, signora,
mezza corona,
prego.

iara R.M.

Una giovane,
donna,
si trova sperduta
nel quartiere parigino
di Montmartre.
Intorno a lei
una scura coltre,
di buio.
La giovane,
cammina,
fra i vicoli
costeggiando un lungo muro.
Ha paura,
entra,
finalmente in una casa.
Sale le scale,
comincia a intravedere,
una luce si trova.
Nel mezzo di,
un bar,
frequentato da.
Uomini ubriachi,
gli uomini!
Si avventano su di lei.
La vogliono,
rapinare forse,
abusarne la donna.
Urla,
di terrore.
I maniaci la legano,
la buttano in un fiume.
Aspettano sulla riva
di vederla,
divorata dai topi.
La donna,
sprofonda,
nell’acqua comincia a dondolare.
Si sente soffocare.
Una mano,
la scuote,
si sveglia, finalmente.
La voce amica,
del dentista:
tutto fatto, signora.
Mezza corona, prego.

Helgaldo

Una giovane,
donna
si trova.

Sperduta,
nel quartiere
parigino
di Montmartre,
intorno a lei.

Una scura
coltre di buio,
la giovane.

Cammina,
fra i vicoli
costeggiando.
Un lungo muro
ha paura.

Entra
finalmente
in una casa.
Sale le scale
comincia a
intravedere.

Una luce
si trova
nel mezzo
di un bar
frequentato
da uomini.

Ubriachi
gli uomini,
si avventano.
Su di lei
la vogliono,
rapinare forse.

Abusarne,
la donna.
Urla,
di terrore.

I maniaci
la legano
la buttano.
In un fiume
aspettano sulla
riva di vederla.

Divorata dai topi
la donna sprofonda.
Nell’acqua comincia
a dondolare si sente.
Soffocare una mano
la scuote si sveglia.

Finalmente
la voce,
amica
del dentista
tutto fatto.

Signora mezza corona!
Prego.

***

Il voto è anonimo.

***

  1. Voto per: Helgaldo
    Commento: E’ una votazione difficile, il testo ovviamente è sempre lo stesso e la mia mente non troppo portata alla poesia, anche se mi piace.
    Helgaldo mi ha solleticato di più con le frasi spezzate in quel modo, l’unico a farlo. Tutto qui.
    Però bravi tutti ad averci provato, uscendo dalla prosa a cui si è abituati.
  2. Voto per: Nessuno
    Commento: Poche le versioni postate, forse l’ultima realizza una cadenza poetica, a tratti.
  3. Voto per: Helgaldo
    Commento: È riuscito a dare una struttura poetica a un brano che non si presta facilmente allo scopo.
  4. Voto per: Helgaldo
    Commento: Ha motivato bene il ritmo poetico scelto per il brano
  5. Voto per: Michele
    Commento: La sua versione mi convince di più.
  6. Voto per: Iara RM
    Commento: Un bel ritmo dato alle parole. Il thriller mi è parso più poetico. Mi è piaciuto come ha interrotto alcune frasi per costruire immagini nuove.
Annunci

Lasciare un commento è sempre una buona idea!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...