Storia in sei parole Special Edition – 8 marzo


photo credit: #FFFF00 via photopin (license)

photo credit: #FFFF00 via photopin (license)

Dicono che il primo sia stato Hemingway, per vincere una scommessa: «For sale: baby shoes, never worn» (Vendesi: scarpe per neonato, mai indossate). Di sicuro sei parole sono sufficienti a dipingere una storia. Persino un romanzo. Ma sono poche, dannatamente poche, e non è facile per nulla.

Oggi facciamo un’edizione speciale e straordinaria per festeggiare l’otto marzo e la festa della donna! Poi, mi raccomando, rimanete caldi e concentrati che domani rimarremo in tema per il nostro thriller settimanale.

Su Internet si trova una frase molto bella che però strizza l’occhio ai soli toscani. Rigirata in sei parole potrebbe essere: “L’otto marzo m’arzo, lotto”. Ecco invece le mie sei: «Mimosa, rose: non bastano. Vuoi me?».

Giocate con me?

Annunci

38 thoughts on “Storia in sei parole Special Edition – 8 marzo

  1. Una mimosa non fa primavera
    mi tengo buona la sesta parola, ma spero di non essere stato troppo criptico 😉 In questi giorni sono un po’ assente causa viaggi, lavoro e annessi e connessi.

    Liked by 1 persona

  2. “M’arzo” non lo sentivo da un po’. Bello, però.
    Questa rubrica mi piace un sacco e proprio oggi che te lo scrivo non ho nessuna idea. Uhm, vediamo…
    Il mascara cola ma tu festeggi.
    Triste. 😦

    Mi piace

Lasciare un commento è sempre una buona idea!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...