Storia in sei parole #9 – Parole intraducibili: Énouement


Dicono che il primo sia stato Hemingway, per vincere una scommessa: «For sale: baby shoes, never worn» (Vendesi: scarpe per neonato, mai indossate). Di sicuro sei parole sono sufficienti a dipingere una storia. Persino un romanzo. Ma sono poche, dannatamente poche, e non è facile per nulla.

In una delle ultime puntate abbiamo rivangato il passato. Oggi ci gusteremo l’esatto contrario: fuggiremo nel futuro. Peccato che poi non saremo in grado di tornare indietro per avvisare il noi nel presente di quello che sta per capitarci! Eh, sì, perché è proprio questo che significa énouement: il gusto dolce-amaro di essere arrivati nel futuro, aver scoperto come andranno le cose, ma senza avere la capacità di poterlo raccontare al sé stesso del passato.

Ecco le mie sei: «Senno, buono solo per i fossi».

Giocate con me?

#

PS: Vi ricordo che da domani inizia il blog tour: il thriller sarà ospite di Marina (ma troverete anche un mio post, qui, a ricordarvelo). Non mancate!

Annunci

22 thoughts on “Storia in sei parole #9 – Parole intraducibili: Énouement

Lasciare un commento è sempre una buona idea!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...