Thriller paratattico in rosa – abbiamo un vincitore


Ebbene, come è risultato chiaro fin dalle prime battute, il thriller paratattico in rosa ha un vincitore. Anzi, una vincitrice. Questa non è stata una sfida di poco conto; come andava di moda dire qualche anno fa, è stata la madre di tutti i thriller: amplissima partecipazione tanto alla stesura quanto alla votazione. Credo che siano stati battuti diversi record, sui blog che l’hanno ospitata. Di per certo, qui, la votazione al thriller ha superato quella ormai mitica del campionato di incipit (a proposito, si tratta di una cosa ormai vecchia di un anno: e se ne facessimo una nuova edizione?).

Ma torniamo al thriller: c’era un libro, in palio, gentilmente sponsorizzato da Helgaldo. Si tratta di “Di uomini e bestie” di Ana Paula Maia, edizione La nuova frontiera. Ebbene, inutile nasconderlo, la vincitrice per (enorme) distacco è Barbara Businaro, con “Volo pindarico parigino”. Onore a lei, che potrà reclamare il trofeo facendo sapere a Helgaldo (o a me, in alternativa) l’indirizzo presso il quale spedire il plico.

Buona domenica, andate a votare (qualunque voto vi sentiate di dare) e ci vediamo domani, con la settima tappa del blog tour, a casa di Giulia.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Varie. Contrassegna il permalink.

22 thoughts on “Thriller paratattico in rosa – abbiamo un vincitore

  1. Complimenti, Barbara, il tuo racconto ha stravinto! 🙂

    Sono proprio contenta che questa tornata di Thriller sia stata apprezzata.
    Adesso, spero che chi ha partecipato continui a farlo.
    In fondo, ci siamo divertiti, no?

    Buona domenica a tutti! 🙂

    Liked by 2 people

  2. BRAVISSIMISSIMA BARBARA! Io e Barbara siamo nate lo stesso giorno! (Anni differenti, io ho la peggio!) BRAVI TUTTI che per partecipare occorre trovare tempo, voglia, e coraggio di farsi leggere. Nessuno di noi è uno scrittore di fama, ci si prova e continuo a dire che questi esercizi sono una palestra importante. BRAVISSIMO MICHELE che col tour ha dato una nuova veste a rubriche consolidate, BRAVISSIMA MARINA che ha avuto una grande idea. SI’ SI’ SI’ alla gara di incipit, vorrei aggiungere che il romanzo con l’incipit col quale partecipai esce giovedì, ma soprattutto che con diversi editing (due editor professionisti) e revisioni, l’incipit non è mai stato cambiato di una virgola! E per finire W IL ROSA!

    Liked by 5 people

  3. Grazie, grazie e ancora grazie a tutti.
    Arrivo in ritardo perchè è un weekend di corse (c’è la maratona e mezza città chiusa, c’è la tornata elettorale, c’è la potatura dei giardini…ci sarebbe anche la verniciatura dei legni, ma chiudo un occhio e “siediti e scrivi” come dice Marina)
    Sappiate comunque che questo thriller paratattico ed il volo pindarico parigino mi hanno messo in crisi. Metà dei voti che ho ricevuto sono di sicuro le lettrici abituali dei voli pindarici, che “volano” via messaggi privati su Facebook. L’hanno letto per prime e sono corse a votarlo (ed ho sempre il dubbio che votino lui-LUI, invece che me…). Poi Nostromo-Alex s’è messo a far pubblicità della votazione e lì è successo di tutto: chi ha votato sulla fiducia un’amica e poi mi scrive “Ma sai che l’ho letto e scrivi bene?”; chi mi legge su webnauta e di questo volo mi dice “Preferisco quando scrivi così!” (ma “così” come? più corto? in prima persona? più suspance? più rosa?); infine chi non mi legge sul blog, non apre nemmeno la newsletter, ma quando ha sentito di potermi votare ha mosso il sederino ed è corso a farlo.
    Quindi ho un po’ di confusione in testa…forse che dovrei solo scrivere “voli”?!

    Liked by 2 people

    • Allora, ri-vola al prossimo turno e poi fallo sempre finché non risolvi la confusione 😛
      (E poi i voti sono voti: che importanza ha da dove arrivano. Se è per questo, uno dei miei, credo l’ultimo, era di mia madre! Me lo ha detto e… sai che mi sono imbarazzata?! 😀 )

      Mi piace

      • I miei non votano perchè non sanno usare la rete (hanno un tablet, ma più del giornale locale non leggono). Il 50% dei miei vecchi amici non usa la rete, se non occasionalmente (o magari da un telefono vetusto con browser claudicante e hanno in genere paura di commentare). Questo per dire che mi hanno stupito.

        Mi piace

    • Non hai che da fare qualche tentativo, e scoprire se tu sia più marinaio o astronauta 😛

      Scherzi a parte, i thriller servono proprio a questo: a spostarci dalla nostra comfort-zone e a farci scrivere cose che – magari – consideriamo difficili. Oppure non alla nostra portata. Oppure boh? Però proviamo a scrivere cose sempre diverse, e capita di scoprire che ci vengano pure meglio di quelle che abbiamo sempre considerato i nostri cavalli di battaglia.

      Liked by 1 persona

      • Astronauta…annammo bene! Io non mi stacco da un metro da terra (o da acqua)!
        Volo solo con la fantasia.
        In realtà, è proprio perchè i voli pindarici sono la mia comfort-zone che non li considero abbastanza 😉

        Mi piace

  4. A me invece neanche gli amici mi votano… C’è da dire che sono tutti molto sinceri. Ci starebbe bene un volo pindarico da un qualsiasi grattacielo; ma poi, mi perderei il prossimo thriller paratattico :-p
    Goditi la vittoria Barbara! 🙂

    Mi piace

Lasciare un commento è sempre una buona idea!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...