Righeira for ever


photo credit: humour via photopin (license)
photo credit: humour via photopin (license)

 

E così ricominciamo, piano piano, a riaprire i battenti. Le ferie sono finite (Hai passato buone vacanze? Diciamo che ho verificato i molti modi in cui la legge di Murphy può dispiegare i propri effetti) e bisogna mettersi nell’ordine di idee (Bisogna? Ok: io devo rimettermi nell’ordine di idee) che sta per cominciare un altro anno. Ferie non rilassanti e strane (Ma almeno hai scritto? Sì, ho scritto molto: diversi racconti e un abbozzo di romanzo) e adesso mi servirà qualche tempo per rimettermi in pari con la valanga di arretrato che voi e i vostri blog hanno infilato nel mio feeder. Certo, non ho solo scritto (Cosa hai fatto, anche? Ho letto, naturalmente) e mi servirà qualche giorno prima di ricominciare a spron battuto con i thriller paratattici e tutto quanto.

Per intanto, buongiorno a tutti quelli che sono qui in giro e a risentirci presto.

Annunci

26 pensieri riguardo “Righeira for ever

    1. Ma grazie, sempre gentilissima 🙂
      L’unica cosa buona è stata la solita generosità dei greci. Per il resto nulla di ché; la chicca finale: un meltemi a 40km/h e 22°C fissi. Per dire: c’è più caldo qui, a casa. E ho detto tutto.

      Mi piace

      1. La generosità greca è sconvolgente soprattutto se consideri come stanno messi, quest’anno in partilcolar modo l’ho sperimentata con piacere. Il meltemi ad agosto è un problema serio che mi fa desistere ad andare in Grecia in questo periodo, un anno ai primi di settembre a Tinos fu tremendo, tutto il tempo con la bandana altrimenti i capelli mi volavano in faccia e rischiavo di andare a sbattere, l’unico giorno in cui non ci fu, fu l’ultimo, , in attesa al traghetto, in ritardo, mio marito mi rovesciò in testa mezza minerale, mai sentito tanto caldo.

        Mi piace

    1. Il mio nome ha da poco ricevuto una ulteriore stroncatura, rendendo il mio avvicinamento alle librerie del tutto gamberotropico.
      Per il resto disavventure non gravi, risolvibili – spero – con una corposa serie di antibiotici, e tanta confusione, modello Papeete di Milano Marittima. Per me, che cercavo la quiete, un bel buco nell’acqua azzurra dell’Egeo.

      Mi piace

  1. Bentornato Michele, allora il vento greco ti ha causato qualche disguido vacanziero! Capisco bene io nel Salento ho avuto tre giorni di tramontana in una settimana di vacanza…comunque spero che tu abbia staccato la spina e ti sia ritemprato un pochino.

    Mi piace

  2. Una volta si diceva sono i migliori che se ne vanno, per fortuna con la fine dell’estate sono i migliori che ritornano. 😀
    Felice di rileggerti. 😉

    Mi piace

    1. Quando le luci dell’estate si spengono, ed emerge la notte invernale, dalle cripte di “Scrivere per caso” serpono rumori sinistri. Una porta, cigolando, si apre, sbattuta da un vento maligno; la pallida luce lunare entra e si specchia in un canino… No, aspetta. È una penna. Inconfondibilmente, una penna.

      Liked by 3 people

  3. Ciao Michele!
    posso quasi capirti, io ho avuto solo qualche giorno di vento in quel di Cecina. La prima volta in vita mia che in agosto, in spiaggia, anche a mezzogiorno, con il sole spaccato, c’era la sabbia fresca.
    Spero che le vacanze abbiano aperto le porte della tua creatività e da quello che ho letto mi pare che qualcosa di positivo sia successo…

    Mi piace

Lasciare un commento è sempre una buona idea!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...