Storia in sei parole #26 – Parole intraducibili: Vorfreude


da Internet - http://sixwordstoryeveryday.com/
da Internet – http://sixwordstoryeveryday.com/

Dicono che il primo sia stato Hemingway, per vincere una scommessa: «For sale: baby shoes, never worn» (Vendesi: scarpe per neonato, mai indossate). Di sicuro sei parole sono sufficienti a dipingere una storia. Persino un romanzo. Ma sono poche, dannatamente poche, e non è facile per nulla.

Anche la parola di oggi viene dal tedesco – sì, ne ho una serie da proporvi – e si tratta di Vorfreude. È la gioia (Freude) anticipata per qualcosa di bello che deve ancora accadere. Il prefisso “vor” equivale al nostro “pre”: la Vorfreude è, quindi, la pre-gioia. Il proverbio “Vorfreude ist die schönste Freude” sostiene che la Vorfreude sia la gioia più bella, proprio perché densa di desiderio e aspettative; d’altronde, anche in italiano, una famosa pubblicità sostiene un concetto simile affermando che “l’attesa del piacere è essa stessa il piacere”.

Ecco le mie sei: «Attendo: truccati, scendi. Ma senza fretta.»

Giocate con me?

Annunci

28 pensieri riguardo “Storia in sei parole #26 – Parole intraducibili: Vorfreude

  1. Farina, acqua, lievito, sale: impasto. Aspetto.
    Ferragosto: preparo cartoline di auguri natalizi.
    E lo aspetti ad un telefono. (cit. Strani Amori, Laura Pausini)
    Tra nove mesi un nuovo inizio.
    Il 30 Settembre, alle ore Sedici.

    Liked by 4 people

Lasciare un commento è sempre una buona idea!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...