La Libreria delle donne a Milano e le WebMater


Per le lettrici.
Per il lettori milanesi.
Ma soprattutto per quelli che pensano che siamo in due, su questa terra; che siamo uguali MA diversi; che le differenze arricchiscono; che uguaglianza ed equità non sono sinonimi (e qui si estende il ragionamento dal “genere” a qualcosa di un po’ più universale).
Insomma: per tutti noi, c’è un posto a Milano di cui non avevo mai sentito parlare. Questo.

Letteralmente Felice!

Ci sono entrata la prima volta questa mattina. L’avevo vista spesso, mi ero fermata davanti alla vetrina, ma non avevo mai passato la soglia. Stamattina avevo solo cinque minuti, meno di tutte le altre volte.

Sono uscita cinque minuti dopo con due libri: M Train diPatti Smith (uscito a maggio in Italia) e una biografia di Sylvia Plath (ho un attacco fortissimo di voyerismo nei suoi confronti). Normalmente in libreria mi perdo per ore, ma alla Libreria delle donne non mi è servito il tempo: tutto ciò che desidero è in bella mostra. Desideravo tutto. Non c’è bisogno di cercare, è tutto buono.

smith-e-plath

A casa sono andata sul loro sito libreriadelledonne.it , ed è tutto buono pure quello. Libri, incontri, riviste, ebook, articoli di approfondimento, arte. Tutto buonissimo. Lì ho trovato anche la loro definizione di femminismo, che rispecchia la mia e che copio: 

Così ha…

View original post 238 altre parole

Annunci

Un pensiero riguardo “La Libreria delle donne a Milano e le WebMater

Lasciare un commento è sempre una buona idea!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...