Biblioteca Scarparo #19


Oggi giochiamo con le quarte di copertina. La regola è semplice: dato questo titolo della ormai famosissima Biblioteca Scarparo, produrre una quarta di copertina. Vi ricordo che in genere il testo è lungo un migliaio di battute (spazi inclusi) e che dovrebbe contenere la storia fino alla deflagrazione del conflitto. Gli ingredienti principali dovrebbero essere una minima introduzione dei protagonisti e dell’ambientazione, insieme a una spruzzata di marketing che guidi il lettore nella decisione se questo libro sia di un genere che gli possa essere gradito.

Buona scrittura.

 

019-il-barbone-rampante

EDIT: Sandra ha approfondito qui il suggerimento, per partecipare al contest lanciato su Webnauta.

Annunci

21 pensieri riguardo “Biblioteca Scarparo #19

  1. E’ lui, Teodoro, il barbone più simpatico della città: dorme in un cartone ma si sveglia sempre col sorriso, molti gli offrono generi di conforto e spesso persino ospitalità ma Ted, come si fa chiamare, rifiuta sempre, ama la sua vita randagia nel parco e se soffre un po’ il freddo, la cioccolata calda che ogni mattina Gloria gli porta, lo rimette sempre in moto.
    E’ lei, Gloria, la figlia dell’industriale più potente della città: dorme in una villa e si sveglia sempre di pessimo umore, attende il momento migliore della giornata quando riuscirà a sfuggire alle rigide regole di casa e ad andare nel parco col thermos bollente per Ted.
    Un senza tetto dall’età indefinita e una ricca rampolla di sicuro giovane e bella sono i protagonisti di quella che sembrerebbe una favola già letta troppe volte, ma Calvino sa sparigliare le carte ed elevare Ted a rampante guru di una filosofia diversa, quella che non pretende di insegnare ma mostra la vita per quello che dovrebbe essere: un immenso inno alla gioia fuori dalle convenzioni sociali con gratitudine al creato anche nelle maggiori difficoltà.

    Liked by 4 people

  2. Vicende solo in apparenza ordinarie, singolari forme di protesta, scelte estreme di vita, condizioni di disagio sono il filo conduttore di queste sei storie intense, piccoli capolavori di trama e di scrittura.
    Il giovane Salvatore, di famiglia benestante, decide di ribellarsi alle convenzioni sociali e, come un moderno San Francesco, abbandona le comodità e ogni ricchezza per rifuggiarsi in un mondo povero fatto di elemosina e case di cartone.
    Giorgio, pensionato di sessantacinque anni, si riduce a vivere di stenti per le strade perché dedito al gioco d’azzardo e perciò isolato dalla famiglia.
    Ci sono anche Maria, abbandonata dal marito, Lucio affetto da una malattia molto rara e una coppia di anziani sfrattati dalla loro abitazione. L’ultimo racconto, “il barbone rampante”, che dà il titolo alla raccolta, è una raffinata rappresentazione della follia umana, narrata attraverso la figura di Cosimo, ex insegnante di liceo, appassionato di letteratura spagnola. La sua dedizione nei confronti di Don Chisciotte lo farà diventare un personaggio divertente al quale sarà impossibile non affezionarsi.
    Calvino, grande maestro di narrativa, con questi straordinari affreschi di esistenze vissute ai limiti, ci offre una grande lezione di umanità e ci apre a una riflessione profonda sui drammi che rendono le persone padrone di vite invisibili.

    Liked by 4 people

  3. La vita del barbone è difficile ma può essere una soluzione per chi decide di scappare dalla propria vita. Questo pensa Sandro il giorno in cui scampato a un incidente ferroviario finisce nella lista delle persone disperse e decide di sparire sul serio. Lascia Milano, i debiti accumulati per assecondare un’esistenza sfarzosa e al di sopra delle sue possibilità, due ex mogli che gli prosciugano il conto corrente a forza di alimenti e una giovane amante ingorda di regali e legittimazione. Scappa quindi in una città del sud dove la vita all’aria aperta può essere più tollerabile.
    E in quella cittadina in riva al mare, in mezzo a pescatori e alla gente semplice del posto Sandro si accorge che si può essere felici anche con pochi soldi e senza grosse pretese.
    Ma il passato che sembra ormai lontano sta per tornare perché c’è chi non si è arreso alla sua scomparsa e, per un ennesimo scherzo del destino, sta per sbarcare sulla sua isola.

    Liked by 4 people

  4. Ci provo anch’io dai. Lo sapevi Michele che il barbone è anche un pesce?

    Michele è un giovane appassionato di cucina che raggiunge improvvisamente il successo con una ricetta molto originale, partecipando ad un reality per aspiranti chef. Il “barbone rampante”, la sua ricetta a base di triglie, diventa presto uno dei piatti più richiesti in tutti i ristoranti milanesi e spalanca a Michele la via della notorietà. Ma il successo ha il suo prezzo da pagare e Michele lo scoprirà presto.
    È una storia in cui emergono tutte le contraddizioni di una società basata sull’effimero, un sistema di valori che il nostro protagonista non riconosce ma in cui si trova costretto a recitare un ruolo, con risvolti esilaranti ma che al tempo stesso faranno riflettere profondamente il lettore, come solo Calvino sa fare.

    Liked by 2 people

Lasciare un commento è sempre una buona idea!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...