Miniplot #5


wiaw-feel-typing

 

Tempo di Miniplot: si tratta di scrivere non più di qualche riga, che cominci con l’incipit che vi segnalerò. Una menzione d’onore a chi saprà scovare da quale libro io abbia tratto la frase che diventa il nostro punto di partenza.

L’incipit di oggi è: “Ora il lettore dovrà dimenticare Castagni e Colt e accompagnarci ancora più a ovest”…

Il mio miniplot è: Ora il lettore dovrà dimenticare Castagni e Colt e accompagnarci ancora più a ovest: la Frontiera se n’è fuggita fino al mare, spazzando via tutto ciò che ha incontrato sulla propria strada, senza fare distinzione tra uomini e bestie, bisonti e pellerossa.

Annunci

36 pensieri riguardo “Miniplot #5

          1. È che quando sono felice esagero tutto: una pozzanghera diventa oceano, il cielo, infinito, le centinaia, migliaia… capito, no? Oggi, lavoro di pomeriggio e tornerò a casa non prima delle venti, ma almeno, non dovrò dividere l’aria con la mia insopportabile collega. Evviva! 🙂

            Liked by 2 people

  1. Ora il lettore dovrà dimenticare Castagni e Colt e accompagnarci ancora più a ovest, cercheremo di aprire una nuova pista per i bisonti, che Dio ci assista e pure zio Zeb.

    Ecco, io non ho idea da dove sia stato tratto e il tema non è tra i miei favoriti, ma giocare gioco.

    Liked by 2 people

  2. Ora il lettore dovrà dimenticare Castagni e Colt e accompagnarci ancora più a ovest: e riprenderemo la strada che ci porta verso l’avventura che non avremmo mai voluto vivere nei selvaggi sentieri dei parchi americani.

    Non conosco il libro, però ho giocato…

    Liked by 1 persona

  3. Ora il lettore dovrà dimenticare Castagni e Colt e accompagnarci ancora più a ovest, in quelli che, nel 1800, furono territori di conquista. Lì dove si spinsero pionieri e cercatori d’oro, banditi e pellegrini. E tanta altra varia umanità. Tutti alla ricerca di una possibilità, di un’occasione, di un riscatto. Libertà, ricchezza, fortuna, terra, futuro: nulla di regalato, tutto da ottenere con impegno e sacrificio. Ma le speranze non sono state disattese, le promesse sono state mantenute. Sono passati 2 secoli ma il sogno americano è ancora lì, per chi lo vuole cogliere e cavalcare.

    Liked by 1 persona

  4. Ora il lettore dovrà dimenticare Castagni e Colt e accompagnarci ancora più a ovest, perché se rimane lì perde gli altri personaggi della storia e non sarebbe giusto, visto che sono loro i veri protagonisti. Castagni e Colt servivano solo per prendere tempo, mentre gli altri tre affrontavano le aspre montagne occidentali con l’unico scopo di raggiungere l’immenso oceano. Quindi, lettore, monta su, a cavallo, e vienici dietro.

    Non credo di conoscere il libro.

    Liked by 1 persona

  5. Ora il lettore dovrà dimenticare Castagni e Colt e accompagnarci ancora più a ovest, perché è lì che i sogni vanno a finire quando l’unica alternativa è portarli via da tutto ciò che li rende impossibili. I nostri lo erano diventati. La nuova metà, sono sicuro, riaccenderà le speranze.

    Liked by 1 persona

  6. Mah…Google mi dà un risultato che mi lascia perplessa. Cavolo c’entrano i Castagni e Colt…?
    E’ un lunedì troppo faticoso oggi per concentrarsi, con un solo occhio aperto. Vediamo se col terzo caffè…

    Mi piace

          1. Era uno dei miei primi risultati, invece.

            I Castagni era un castello:

            “Doveva essere passata almeno un’ora e mezzo quando il piccolo pellegrino diretto a casa spuntò sulla strada tutta curve che portava al Castello dei Castagni. La ragazzina che avevo visto mentre andavo in città …”

            Liked by 1 persona

  7. Ora il lettore dovrà dimenticare Castagni e Colt e accompagnarci ancora più a ovest, guardando il sole che tramonta. Dovrà dimenticare quello che ha vissuto finora, quello che ha visto e udito, dovrà far tabula rasa di quello che è stato. Ecco: adesso il Diacono può parlare senza timore di venir giudicato.

    Liked by 1 persona

  8. Ora il lettore dovrà dimenticare castagni e Colt e accompagnarci ancora più a ovest dove si stende una terra insolita dove le montagne scendono nel mare, la gente impazzisce per le canzoni nazionalpopolari e gli anziani, come certi animali migratori, vengono a svernare. Stiamo parlando della Liguria.

    PS: castagni (senza maiuscola) e colt, chissà perché mi evocano le mie colline piemontesi.

    Liked by 1 persona

Lasciare un commento è sempre una buona idea!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...