Bilanci e propositi


moby_dick_by_tdm48us-d2zvycx

 

Ogni volta che il sorriso mi si muta in un ghigno feroce. Ogni volta che nel mio cuore lievita una nebbia spessa e lattiginosa. Ogni volta che che guardo la luna sconsolato, pensando che due raggi di luce hanno viaggiato appaiati per miliardi di chilometri e poi si sono divisi giusto per sbattere uno sulla mia retina e uno da un’altra parte nel mondo e che quindi, per una specie di proprietà transitiva, la mia anima dovrebbe essere in un altro posto e non in quello che occupa. Specialmente, ogni volta che la malinconia cresce abbastanza da rendermi odioso sia il sorgere del sole sia incrociare uno sguardo e scambiare una parola con chiunque. Allora capisco che è ora.

È tutta questione di allenamento. Io parto lentamente: comincio con solo un’ora. Sessanta minuti di silenzio, in cui non parlare con nessuno. Né ascoltare, casomai ci sia qualcuno che insista a voler parlare con me. Un’ora sola, tutti i giorni. Poi comincerò ad aumentare la dose: due ore, tre ore. Mezza giornata. Già mezza giornata di silenzio sarà un buon inizio, perché significherà potersi affrancare dal mondo per metà del mio tempo.

A quel punto saprò che posso farcela: smetterò di frequentare i posti dove vado di solito, smetterò di vedere la solita gente e anche di farmi vedere da loro; andrò in posti in cui sarò uno sconosciuto. Un volto anonimo, uno dei tanti. Ogni volta che qualcuno ricomincerà a chiamarmi per nome, capirò che sarà giunto il tempo di cambiare aria un’altra volta. E sparire.

Le tracce non si lasciano solo nel mondo reale: in quello virtuale se ne lasciano di più grosse e persino di indelebili. Spegnerò il telefono e me ne disferò. Il fatto che non ci siano più cabine telefoniche è una benedizione: che sia il solo Superman a lamentarsene. Dovrò chiudere il blog e cancellarlo. Chiudere e cancellare tutti i profili social. Scriverò le password su un foglietto e lo brucerò, in una notte di vento, esponendolo all’alito dello Zippo. Riderò mentre l’aria si porta via piccole stelle cadenti di ciò che ero e che non sarò più.

Se mai nella mente mi ero fatto un piano, da seguire quando fossi sparito, sarà il momento di ignorarlo. Distruggerò tutti i miei orologi, prima che il tempo degli uomini torni a inghiottirmi e ad assimilarmi. Lascerò che sia il nulla a prendere possesso della mia vita, che si faccia corrente e guidi il mio destino.

Se la gente dovesse scoprire troppo sul mio conto e su dove vivo, inventerò delle storie. Forgerò un nuovo passato e un fumoso presente, lasciando che la mia esistenza trascolori in una fangosa leggenda e che bocche sconosciute la tramandino a orecchie incredule. Scapperò dalla banale logica che abita ogni giorno.

Quando arriverò dove nessuno sa chi io sia, mi presenterò come chi vorrei essere. Farò vivere i miei sogni inventando trame di cui sono il protagonista, perché i miei nuovi vicini non sappiano più distinguere tra me e i miei desideri.

Annunci

30 pensieri riguardo “Bilanci e propositi

      1. E io li ricambio di cuore 🙂

        (Lo so bene che scrivi racconti, ma questo era scritto così bene da sembrare reale e l’idea mi rattristava. Poi, la mia protesta non è stata carina, ma talvolta sono impulsiva. Spero comunque che certi racconti restino sempre solo inchiostro su carta.)
        Felice 2017 ^_^

        Mi piace

  1. Il fuoco è sempre stato un simbolo di rivoluzione, dall’Inquisizione che bruciava i libri, alle suffragette che davano fuoco ai reggiseni, a Michele che getta le password tra le braci…
    non mi preoccupo più di tanto… le sa sicuramente a memoria! E se non le sa… ci penserà la domanda di sicurezza a riportarcelo sano e salvo! 😀

    Mi piace

  2. Ti ho visualizzato nella notte e con l’accendino in mano. Avverto spesso anch’io l’esigenza di sano silenzio e altrettanto sana solitudine, e soprattutto di disconnessione. In qualsiasi modo vada, un augurio per il Nuovo Anno! 😉

    Mi piace

Lasciare un commento è sempre una buona idea!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...