Biblioteca Scarparo #24


Ricominciamo l’anno giochiamo con gli incipit e con le quarte di copertina. La regola è semplice: dato questo titolo della ormai famosissima Biblioteca Scarparo, scrivetene l’incipit e/o la quarta.

Vi ricordo che in genere una quarta è lunga un migliaio di battute (spazi inclusi) e che dovrebbe contenere la storia fino alla deflagrazione del conflitto. Gli ingredienti principali dovrebbero essere una minima introduzione dei protagonisti e dell’ambientazione, insieme a una spruzzata di marketing che guidi il lettore nella decisione se questo libro sia di un genere che gli possa essere gradito.

L’incipit, invece, è aperto alla vostra interpretazione: l’importante è che incuriosisca abbastanza da voler leggere il resto!

Buona scrittura!

024-tristi-topiche

Annunci

10 thoughts on “Biblioteca Scarparo #24

  1. Tristi topici è il diario di un viaggio interiore a tinte forti.
    Emotivamente a terra dopo che il progetto a cui aveva lavorato per anni fallisce, Pauline Mesnil, celebre antropologa, non è infatti riuscita a provare le sue teorie di similitudini tra le popolazioni dell’Amazzonia e quelle dell’Antartide. Viene allontanata dalle principali accademie e in seguito a una forte crisi depressiva anche il suo matrimonio va in pezzi.
    Ma Pauline, grande conoscitrice della natura umana, trova la forza di ricominciare, si appassiona a nuovi studi sulla teoria del cambiamento sociale e chiusa in un castello in Danimarca produrrà un’importante trattato atto a rivoluzionare l’era moderna.
    Ma senza quel lontano fallimento e l’enorme tristezza che seguì le nuove scoperte non si sarebbero compiute. Tristi topici non è solo un condensato di queste scoperte raccontate con una fraseologia alla portata di tutti, ma anche e forse soprattutto, la storia di una donna che ha molto più in comune con “la casalinga di Voghera” di quanto avremmo mai pensato quando l’abbiamo vista ritirare il premio Nobel a Stoccolma. Claude Levi Strauss ce la racconta come se fosse una vicina di casa, una compagna di scuola, una cugina che ha saputo trasformare una sconfitta in una grande opportunità e non possiamo che ammirarla mentre vorremmo in qualche modo esserle stati accanto nei momenti più cupi che ha attraversato.

    Non ci credo che ho dovuto cominciare io anche oggi che son arrivata tardissimo!

    Liked by 2 people

    • Ahi ahi ahi, signora Longari, lei mi è caduta… sulla topica? 😀

      Il tuo impegno è encomiabile. A quanto pare oggi sono tutti impegnati;la cosa, alla fine, è poco importante: lo spunto è qui e qui rimane, a futura memoria. Può anche darsi che le gaffe non siano argomento abbastanza stimolante.

      Mi piace

  2. Oddio, ho scritto Topici. Ah. Io partecipo modalità “farmaco che se non lo prendi una volta annulli gli effetti delle precedenti assunzioni” perché davvero mi piace e imparo sempre qualcosa di nuovo.

    Mi piace

  3. Le Tristi Topiche. In un paese in cui le single sono ancora “zittelle” o “tardone”, così sono soprannominate un gruppo di amiche ormai non più giovanissime e sfortunate con gli uomini. Stufe di essere lo zimbello dell’intera comunità, le quattro donne si danno un obiettivo: una di loro sedurrà l’uomo più ricco del paese, bello, irraggiungibile e da qualche anno vedovo.

    Liked by 2 people

Lasciare un commento è sempre una buona idea!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...