Storia in sei parole #37 – Parole intraducibili: Zenosyne


da Internet - http://sixwordstoryeveryday.com/
da Internet – http://sixwordstoryeveryday.com/

Dicono che il primo sia stato Hemingway, per vincere una scommessa: «For sale: baby shoes, never worn» (Vendesi: scarpe per neonato, mai indossate). Di sicuro sei parole sono sufficienti a dipingere una storia. Persino un romanzo. Ma sono poche, dannatamente poche, e non è facile per nulla.

Lasciamo per un po’ le felici parole d’amore e torniamo a quelle che descrivono sensazioni non sempre piacevoli. Quella di oggi è Zenosyne e descrive la sensazione che il tempo abbia preso a scorrere più velocemente. Potrebbe essere perché si sta vivendo un momento gioioso. Oppure potrebbe essere un classico effetto collaterale dell’essere diventati diversamente giovani.

Ecco le mie sei: «Vendesi: orologio che funziona. Pure troppo».

Giocate con me?

Annunci

25 pensieri riguardo “Storia in sei parole #37 – Parole intraducibili: Zenosyne

  1. Il tempo vola quando ti diverti.
    Natale, Pasqua, Ferragosto, Natale: di già!
    Cosa? E’ già di nuovo lunedì?
    Dammi l’uovo, potrei morire domani.

    Buona giornata, buon lunedì, buona settimana.

    Liked by 1 persona

Lasciare un commento è sempre una buona idea!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...