Miniplot #12


wiaw-feel-typing

 

L’esercizio di oggi è il Miniplot: si tratta di scrivere non più di qualche riga, che cominci con l’incipit che vi segnalerò. Una menzione d’onore a chi saprà scovare da quale libro io abbia tratto la frase che diventa il nostro punto di partenza.

L’incipit di oggi è: “Qualcosa accadde un pomeriggio di moltissime cicale”…

Il mio miniplot è: Qualcosa accadde un pomeriggio di moltissime cicale: decisi che stavo bene dov’ero. Presi il cellulare e cancellai il volo di ritorno; il mare davanti ai miei occhi smise d’essere vacanza e divenne casa. Αντίο, Ιταλία. Ελλάδα, επέστρεψα για να μείνει.

Annunci

18 thoughts on “Miniplot #12

  1. Qualcosa accadde un pomeriggio di moltissime cicale che ascoltavo sotto la pineta. Mi svegliai di colpo che quasi caddi dalla sdraietta su cui mi ero appisolato appena dopo pranzo. Un urlo. Le cicale continuavano il loro canto. Un urlo di nuovo.

    Liked by 1 persona

  2. Stavolta l’ho trovato subito. Sillabari di Goffredo Parise. Comunque, ad oggi, l’unico che sapevo di mio era Lolita. Mi sa che non abbiamo letture in comune!

    Qualcosa accadde un pomeriggio di moltissime cicale: la mia infanzia finì quel giorno. Spighe di grano e papaveri me li sono tatuati sul braccio, il resto nell’anima.

    Liked by 3 people

  3. Qualcosa accadde un pomeriggio di moltissime cicale, di erba che sembrava cantare al sole. Un pomeriggio quieto, di quelli che si estendono per ore e ore anche molto tempo dopo che sono terminati. Ecco, oggi che l’inverno mi fa risuonare nelle orecchie l’eco attutita della neve, ritorno a quel giorno in cui, tra le cicale, ho avuto te.

    Liked by 3 people

  4. Qualcosa accadde un pomeriggio di moltissime cicale, quando il suono stridulo e incessante del loro canto aveva impregnato l’aria ferma di agosto. Si era avvicinata al cancello della clinica psichiatrica con il suo solito passo distratto, mentre gli infermieri si concedevano una chiacchiera durante l’ora di svago pomeridiano dei pazienti. Non si separava mai dal libro che lei considerava il diario della sua vita: Adele non aveva mai smesso di farsi chiamare Catherine Earnshaw, l’eroina di Cime Tempestose e di aspettare che il suo Heathcliff venisse a portarla via da quel posto.
    Quando sparì, qualcuno raccontò di averla vista allontanarsi con un signore distinto, dallo sguardo torvo che sembrava venire da un’altra epoca.

    (Altroché Goffredo Parise!)😝

    Liked by 3 people

  5. Qualcosa accadde in un pomeriggio di moltissime cicale quando d’un tratto tacquero tutte. Gli oziosi pomeriggi d’estate sono associati al silenzio e al riposo, ma è una percezione fasulla. L’erba dei prati produce un lievissimo fruscio, che fa da contrappunto al ronzio lieve degli insetti che vi volano sopra. Anche se il vento pare non esserci, le foglie si toccano l’un l’altra e qualche solitario uccello leva il suo canto. Di tanto in tanto un cane si muove e persino qualche essere umano produce stanchi movimenti.
    Il silenzio, quello vero, che nel mondo appartiene solo alle grotte inesplorate nelle profondità della terra, arrivò di colpo. Durò solo qualche istante, ma tutto sarebbe cambiato, per sempre.
    (Estate, cicale… Ed è subito horror)

    Liked by 3 people

  6. Qualcosa accadde un pomeriggio di moltissime cicale che sentivo frinire ininterrottamente. Volevo che la facessero finita e mi lasciassero in pace. Maledette! Avevano deciso di farmi impazzire. Premetti con forza le mani sulle orecchie e cominciai a urlare. La mia testa pulsava, ne ero certo, sarebbe esplosa. Sul pavimento lercio ci sarebbe stato il mio cervello spappolato circondato da pezzi di cicale. In quell’istante, un presagio avvampò dentro di me. Guardai dritto, presi la rincorsa e scagliai il mio cranio contro il muro.

    Liked by 1 persona

Lasciare un commento è sempre una buona idea!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...