Racconti diVersi: l’avvelenata – la votazione


Ivano

E, infine, toccò al vecchio parlare.
“Io non so proprio quale effetto abbiano prodotto su di voi i miei accusatori. Quanto a me, mentre li ascoltavo, divenivo quasi dimentico di me stesso: tale era il fascino della loro eloquenza!
Io non conosco le logiche del tribunale, posso solo dire la verità.
Sono figlio di gente semplice e ignorante, che credeva solo in una tranquilla vecchiaia e magari nella scuola, eppure sono stato il primo della mia famiglia a esplorare una strada nuova. I miei errori, quindi, non sono dovuti alla fame di gloria né alla sete di denaro, solo alla mia ingenuità.
Non voglio fare la rivoluzione e nemmeno ispirarla: non sono un poeta, né un politico, tantomeno un maestro. Ciò che io dico lo dico solo perché mi aggrada, e se non porto avanti i vostri ideali, ignoratemi, ma non aspettatevi nulla da me. In fondo voi non volete condannare me, piuttosto le mie idee, diverse dalle vostre.
La mia povertà è la prova che non lo faccio per denaro, tuttavia ai sofisti io dico: bravi! Se ne avete le capacità, fatelo! Tanto ci sarà sempre un fallito, un sacerdote o un Meleto che vorranno condannarvi comunque.
E s’io avessi previsto tutto questo, l’avrei fatto lo stesso. Non svestirò i miei panni né chiederò la vostra clemenza. Ho ancora molte storie da raccontare, e a chi non va bene il mio augurio sarà: Balle eis korakas!”

Annunci

8 pensieri riguardo “Racconti diVersi: l’avvelenata – la votazione

  1. Più che altro il problema è la musica. Non conosco le canzoni, quindi non riesco né a partecipare né a votare. E purtroppo altro che ferie: giugno e luglio sono mesi in cui lavoro doppio! :/

    Mi piace

      1. A me piacerebbe leggere la rielaborazione di qualcosa che conosco (le prime due non pervenute ehm ehm); però in questo caso vado a votare perché una versione mi ha colpita più delle altre.

        Mi piace

        1. La mia idea, in generale, era di proporre canzoni ormai sconosciute. Le prime due sono risultate più sconosciute di quanto supponessi; le prossime dovrebbero esserlo ancora di più.
          Però ribadisco: come si faceva tanti anni fa in radio, potete mandare un messaggio e richiedere una dedica 😉

          Liked by 3 people

Lasciare un commento è sempre una buona idea!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...