Racconti diVersi: l’avvelenata – la votazione


Marina

Lanciò il cellulare contro le copie del suo romanzo impilate sulla scrivania  e, da ferma, sbattè i piedi sul pavimento: “stronza! Ho un’amica stronza. Ma tu guarda se devo essere criticata da una che ha scritto solo un libro nella vita e pensa di potere dare dei consigli a me. Siediti. Prendi carta e penna.”

Il segretario, rimpicciolito su una sedia, la guardò di taglio e poi si mise il notes sulle ginocchia.

“Allora, scrivi:

Egregio dott. Bertoncelli, sarei lieta se lei volesse intervenire alla serata di presentazione del mio libro che avrà luogo… va beh, dati, causa e pretesto li aggiungiamo dopo. Conosce bene la mia storia, gli anni che ho dedicato allo studio, i miei molteplici interessi, io testarda, io convinta, io arrivista, io sognatrice, io tutto, io niente. Che fai, non scrivi? Sì, sì, io tutto, io niente, bisogna fare capire all’agente letterario, checché ne dica la mia cara amichetta tutta precisina, che per telefono mi dice “forse potevi scriverlo meglio”, che il romanzo è un’evoluzione del mio pensiero libero e che merita non una piccola realtà editoriale, ma una grande casa editrice. Io scrivo per diletto, mi diverto, mica come quelli che lo fanno di mestiere e ci guadagnano, pure. Continua su. Dunque, eravamo… Ah, sì, io tutto, io niente. Cancella. Forse suona meglio io eclettica, io versatile, no no, io poliedrica. Sì, mi piace: poliedrica…e a culo tutto il resto. Pardon. Questo, naturalmente, non scriverlo. Sono avvelenata, oggi…”

Il segretario la seguiva con la coda dell’occhio, mentre la grande manager tagliava la stanza in diagonale marciando sui tacchi: la donna dettava con foga la lettera di invito e i fogli si riempivano di parole deliranti: si dava del genio e della cretina, si era definita pure lesbica per un eccesso di fanatismo anarchico e, chissà, magari qualche esperienza l’aveva pure fatta.

“… guadagnare con la scrittura non fa per me, tuttavia trovo coraggioso chi sa vendersi bene per ottenere il successo: autori compiacenti, ruffiani e opportunisti, magari  pure blogger… Mai – virgola – avrei pensato – mettine un’altra – che alla scrittura sarei arrivata con tanta naturalezza, come quando canto, recito e ballo. Se io avessi previsto tutto questo, i consensi e tutti i plausi ricevuti sarebbero bastati per convincerla, caro dott. Bertoncelli, che sono in grado di avere accesso alla Repubblica delle lettere. Pertanto mi farebbe piacere che venisse a testare di presenza il valore della mia opera prima… Hai scritto tutto? Fa’ vedere?

La manager cantante, attrice, ballerina e adesso anche scrittrice alzò gli occhi sul povero segretario, strinse la bocca in una smorfia che le increspava le labbra e disse: “io ti licenzio: delle lettere – urlò – non delle banane!”

Annunci

8 pensieri riguardo “Racconti diVersi: l’avvelenata – la votazione

  1. Più che altro il problema è la musica. Non conosco le canzoni, quindi non riesco né a partecipare né a votare. E purtroppo altro che ferie: giugno e luglio sono mesi in cui lavoro doppio! :/

    Mi piace

      1. A me piacerebbe leggere la rielaborazione di qualcosa che conosco (le prime due non pervenute ehm ehm); però in questo caso vado a votare perché una versione mi ha colpita più delle altre.

        Mi piace

        1. La mia idea, in generale, era di proporre canzoni ormai sconosciute. Le prime due sono risultate più sconosciute di quanto supponessi; le prossime dovrebbero esserlo ancora di più.
          Però ribadisco: come si faceva tanti anni fa in radio, potete mandare un messaggio e richiedere una dedica 😉

          Liked by 3 people

Lasciare un commento è sempre una buona idea!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...