Biblioteca Scarparo #37


Oggi la Biblioteca Scarparo va a pesca nei cataloghi della concorrenza e sottrae a Feltrinelli uno dei libri che stanno andando per la maggiore. Un libro di denuncia sociale, di cui vorremmo poter leggere una quarta oppure, per i volenterosi che hanno apprezzato la gara dello scorso fine settimana, almeno qualche dialogo! Nota per i non veneti: per “ombra” si intende un bicchiere di vino bianco.

A tutti, invece, raccomando di fare un passaggio da queste pagine lunedì: avremo un nuovo appuntamento con Sostiene l’autore.

Buona scrittura!

 

 

Biblioteca Scarparo #36


Dopo aver, la settimana scorsa, celebrato la femminilità con Il nome della cosa (cui ha risposto, tra i commenti, L’eleganza del ciccio) oggi finalmente diamo la stura a quella inesauribile fonte di dialogo, dibattito, litigio che è la contrapposizione tra sesso forte e sesso debole. Chiunque è libero di iscrivere sé e i propri simili a una delle categorie succitate, ché io invece non mi sono ancora deciso su chi sia chi.

A proposito di dialoghi, a oggi abbiamo già 15 iscritti alla gara (ma le iscrizioni sono ancora aperte: c’è tempo fino a giovedì sera!). Venerdì prossimo, 5 maggio, alle sette di mattina pubblicherò il post con i brani e il sondaggio per votare. Il lunedì successivo, a mezzogiorno per dare tempo a tutti di riflettere e di collegarsi sia da casa che dal lavoro, sospenderò la votazione e pubblicherò la graduatoria.

Buona scrittura!

 

 

Biblioteca Scarparo #34


A dispetto di quanto afferma il termometro vi ricordo che ci stiamo avvicinando all’estate. La Pasqua è passata e la primavera dovrebbe dispiega tutti i suoi effetti: i fiori, le api e gli ormoni. Ecco allora che tra i titoli della Biblioteca Scarparo appare il romanzo giusto per l’occasione, fornitoci dal noto semiologo recentemente scomparso.

Buona scrittura!

 

 

Biblioteca Scarparo #33


Stiamo per tuffarci in un nuovo fine settimana di primavera e ci serve un titolo leggero per scrollarci di dosso la settimana. Vi ricordo che subito prima di questo post c’è un esercizio di scrittura fondamentale, anche se difficile: siete sempre in tempo per partecipare. E se pensate che ci sia troppo da lavorare #statesereni: il prossimo esercizio sarà molto peggio.

Buona scrittura!

 

 

Biblioteca Scarparo #32


Come prima cosa, oggi, bisogna festeggiare con Sandra e ringraziarla: ha trasformato una delle quarte che vi propongo (questa) in un racconto lungo. Ci ha aggiunto uno dei piccoli esercizi di stile (questo). Ha mescolato, lasciato lievitare, e ha sfornato infine un racconto lungo intitolato La montagna incartata, che sarà pubblicato il 18 aprile prossimo da Delos Digital e che è stato editato da Franco Forte in persona.

Gli esercizi che vi propino funzionano, dunque. Almeno un po’. E la riprova è che Sandra non è l’unica: anche Tenar ha già trasformato due titoli (se non ricordo male) della Biblioteca Scarparo in un racconto e in un romanzo (che è ancora in scrittura, credo). Entrambe ottime scrittrici, entrambe con all’attivo già diversi libri, racconti, antologie pubblicati da diverse Case Editrici: leggetele, che ne vale la pena.

Non posso dunque evitare di proporvi un altro titolo: uno di quei testi che andrebbe letto in originale, prima di tutto. Perché, come si dice, chi dimentica è complice. Oggi, con la brutta aria che tira tra governanti, popoli, populismi e xenofobia, ancora di più.

Buona scrittura!