#twsposi al Salone del libro di Torino


Oggi faccio un piccolo post di ringraziamento: dopo una settimana, a livello personale, piuttosto complicata e dai risvolti non sempre piacevoli, questa mattina mi sono svegliato con una bella novità che mi aspettava sotto forma di messaggio privato su Facebook. Mi ha contattato Antonella Frustaci (), donna e madre cui va la mia stima (e la mia invidia) per il suo essere poliedrica ed attivissima nei più svariati campi: dalla scuola dei figli all’impegno politico, dalla cultura nelle sue varie forme ai Promessi Sposi in particolare. Ed è di questo ultimo suo interesse che vorrei parlare.

Forse ricorderete che qualche mese fa scrissi un piccolo prequel per Perpetua. Una cosa senza pretese, che ha solo mostrato quanta incoscienza coraggio io possa avere, per andare a scherzare con Alessandro Manzoni. È stato molto divertente immergersi, dopo tanto tempo, tra le pagine dei “Promessi” per riprenderne il sapore; il risultato invece lo lascio giudicare a voi: lo potete scaricare liberamente dalla pagina dei download. Come al solito, se vi è piaciuto fatelo leggere ai vostri amici; in caso contrario, sono disponibile ad essere contattato privatamente: mi potrete così esternare tutte le vostre perplessità in merito. 😉

Tornando al motivo del mio post, ho trovato un messaggio di Antonella che mi comunicava che era stato sciolto l’anonimato degli attori che hanno dato vita ai vari personaggi di #twsposi e che Perpetua era proprio lei. Per me questa notizia è stata un fulmine a ciel sereno! Mi ero chiesto diverse volte chi ci fosse dietro ai vari tweet: immaginavo professori, ricercatori e chissà chi. Invece Perpetua era già mia amica! Una bellissima sorpresa.

Ultimo, ma non per importanza, il ringraziamento. Con la comunità di twitteratura è stata effettuata una video intervista che sarà proiettata al Salone del Libro di Torino. E Antonella ha deciso di nominarmi — a mia completa insaputa — per quelle due pagine scritte per Perpetua e per i miei venticinque lettori (posso produrre i log degli accessi e provare che sono più venticinque i miei che quelli di ). Ecco allora la notizia: per interposta persona, sarò anche io parte del Salone. Un onore insperato.

Un grazie di cuore ad Antonella che ha voluto ricordarsi di me, ma soprattutto a lei, a tutte le persone che si sono impegnate e anche alle classi di studenti che si sono fatte coinvolgere, per aver inscenato #twsposi: una delle cose più belle che abbia visto su Internet ultimamente.

Perpetua dei Promessi Sposi: il prequel


Su Twitter succedono delle cose strane. Una di queste è che ci sono alunni, scuole ed insegnanti che si sfidano a colpi di tweet per raccontarsi e riscrivere i Promessi Sposi.

Poi succede che Twitter è visto da molti, me compreso, e che in tanti si infilano in mezzo a questo dialogo con citazioni, modifiche, varie ed eventuali. Il risultato, per me, è stato bellissimo e divertente.

Mi sono trovato a diventare follower di Perpetua, Don Abbondio e di vari altri personaggi: se me l’avessero detto sei mesi fa avrei chiamato la neuro. 🙂

In particolare, tra un tweet e l’altro, Perpetua mi ha chiesto di scrivere qualcosa su di lei. Sicuramente sperando che non lo facessi.

Ma io oggi mi annoiavo, non avevo voglia di andare avanti con il romanzo nuovo e per me ogni promessa è debito. Ecco allora tre piccole pagine sulla storia di Perpetua prima che se ne interessasse Alessandro Manzoni.

Non dite nulla: che abbia del gran bel coraggio lo so da me! 🙂

Scarica il file in formato PDF dalla pagina dei Download.