Biblioteca Scarparo #4


Torna la Biblioteca Scarparo: questa settimana cominciamo ad allargare un po’ l’orizzonte della Biblioteca – perché a fare sempre e solo quarte, poi, ci si stufa – e facciamo un gioco un po’ diverso. Oggi, per esempio, scriveremo un incipit. Non occorre ricordarvi che l’incipit non è mai la prima cosa che si scrive, semmai l’ultima. Ma noi ci accontentiamo, perché non c’è tempo di scrivere tutto il romanzo per fare un esercizio.

L’ideale è, quindi, scrivere qualche riga di incipit. Quante righe? Quelle che servono, naturalmente. Almeno fino a quando qualcuno potrà spiegare sensatamente quale sia la lunghezza necessaria. Se ne avrete voglia, potrete anche aggiungere un paragrafo di quarta: come potremmo altrimenti fare il tifo perché li scriviate, questi benedetti romanzi che immaginate?

Buona scrittura.

 

649 - amabili testi - rossa

Biblioteca Scarparo #3


Con oggi chiudiamo le votazioni del Thriller Paratattico sui tabù: abbiamo avuto meno voti, questa volta, che si sono distribuiti tra i partecipanti. Barbara, che ha avuto qualche preferenza in più, aveva però due esercizi all’attivo e pertanto non mi pare che si sia delineato un vincitore. Dalla settimana prossima riprenderemo con un nuovo Thriller, per continuare a metterci alla prova.

In attesa della gara di finali, che avrà inizio venerdì (siete ancora in tempo per spedirne uno), l’esercizio di oggi riguarda la terza uscita della Biblioteca Scarparo. Dopo il classico de “Il Gattotardo”, oggi dobbiamo scrivere una quarta di copertina per un best seller con solo pochi anni di vita: lubrificate gli ingranaggi della fantasia, che si comincia.

Buona scrittura.

648 - codice perdinci - azzurra

 

Biblioteca Scarparo #2


Dopo un mese di girovaganza, cominciamo la settimana con un rientro morbido: abbiamo ancora due puntate di blogtour avanti a noi, se non si aggiungerà nessun altro, ma per oggi siamo a casa per un primo assaggio di rientro. Ebbene sì: mi sento proprio come se stessi tornando da una lunga vacanza. Senza contare che, per colpa del jet lag accumulato passando da un blog all’altro, le abitudini sono saltate: oggi non avremo una storia in sei parole (che sarà mercoledì, a casa di Chiara) e neppure un thriller paratattico (che è ancora in corso a casa di Silvia e che domenica avrà la solita votazione).

Daremo dunque seguito alla brillante iniziativa di Barbara, con la seconda uscita della Biblioteca Scarparo. Si tratta, come già saprete, di scrivere la quarta di copertina dei libri che vi proporrò: abbiamo abbandonato gli Adelphi Ignoranti e da oggi sono io il padrone del vapore. Questo consente anche a voi, se vi venisse l’ispirazione, di suggerirmi titoli per una collana che porta il mio nome ma che in realtà è di tutti noi. Oggi è il turno di un altro grande classico: so che saprete trarre il meglio anche da questo.

Buona scrittura.

 

647 - il gattotardo - rossa